La Verità Sul Natale

Scritto da tamaya on . Postato in La Verita Su

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

adorniLa tradizione
Il termine “natale”, secondo La Piccola Treccani, significa “il giorno della nascita” e indica “per antonomasia, con iniziale maiuscola, il giorno della nascita di Gesù Cristo. Secondo la tradizione, infatti, la nascita di Gesù sarebbe avvenuta il 25 dicembre.

 

Le origini
“Nella scelta del 25 dic. come giorno di Natale del Salvatore”, aggiunge la stessa enciclopedia, “ha influito il calendario civile romano che alla fine del sec. 3° celebrava in quel giorno il solstizio invernale e il natale del ‘sole invitto’”. Le celebrazioni includevano i Saturnali, in onore di Saturno, dio dell’agricoltura, “e le feste abbinate di due divinità legate al sole, il dio Sole dei romani e il dio Mitra dei persiani”, dice un’enciclopedia sul Natale. (The Christmas Encyclopedia) Il genetliaco di entrambi veniva celebrato il 25 dicembre, che nel calendario civile romano corrispondeva al giorno del solstizio d’inverno.


La festa del sole aveva la caratteristica di accomunare le religioni delle diverse popolazioni europee sotto il vasto impero romano, quasi tutte celebravano nel 25 dicembre il solstizio d'inverno

Si iniziò a “cristianizzare” quelle feste pagane nel 350, quando papa Giulio I dichiarò il 25 dicembre anniversario della nascita di Cristo. “Gradatamente la Natività assorbì o soppiantò tutti gli altri riti legati al solstizio”, dice un’enciclopedia delle religioni. (Encyclopedia of Religion) “L’iconografia relativa al sole iniziò a essere utilizzata sempre più di frequente per rappresentare il Cristo risorto (che venne anche chiamato Sole Invitto), e il vecchio disco solare . . . divenne l’aureola dei santi cristiani”.

Dunque, il 25 dicembre non è la data reale della nascita di Gesù e non ci sono tracce di questa nei Vangeli.
La Bibbia non rivela la data in cui nacque Gesù. Come mai? La Bibbia afferma che alla nascita di Gesù i pastori “dimoravano all’aperto e di notte facevano la guardia ai loro greggi” nei pressi di Betleem.
La stagione fredda e piovosa di solito iniziava a ottobre e, soprattutto sulle colline come quelle intorno a Betleem dove le temperature erano più basse, la notte i pastori portavano i greggi al coperto.

L’Enciclopedia Italiana Treccani 1949, Sansoni, vol. XXIV, pag 299, afferma: "I Padri dei primi secoli non sembrano aver conosciuto una festa della natività di Gesù Cristo …

Aggiungi commento

Vi è stato utile questo articolo?


Codice di sicurezza
Aggiorna